Jigoku shōjo (地獄少女, Jigoku shōjo?) è un anime prodotto da Aniplex e Studio Deen, andata in onda a partire dall’ottobre 2005.
Dalla serie è anche stato tratto un manga, di Miyuki Etō serializzato in Giappone dalla Kodansha, un live action di 12 episodi ed un gioco per Nintendo DS.

Fonte: Wikipedia

Trama (presa da un sito web):

Odiate qualcuno? Siete tormentati da qualcuno? Non sapete come fare a liberarvi dei vostri persecutori? Allora dovreste sapere che a mezzanotte e per tutta la notte diviene attivo il sito WEB Jigoku Tsushin; qui potrete richiedere la vostra vendetta semplicemente inserendo nel foro il destinatario della maledizione. Ai Emna (jigoku shoujo) e i suoi tre colleghi si metteranno a vostra completa dispozione per traghettare istantaneamente all’Inferno l’anima di chi vi tormenta, naturalmente non dovete prendere ciò troppo alla leggera, servitevi del Jigoku Tsushin solo se è ciò che desiderate veramente, perchè il prezzo da pagare è piuttosto alto: la vostra anima. Molti degli episodi sono autoconclusivi, e parlano dei problemi dei protagonisti causati da uno o più antagonisti. Quest’anime si ispira liberamente oltre che all’omonimo manga, anche ad un film di Daisuke Yamanouchi: Girl Hell (Shojo Jigoku 1999 ) del 1999.

Questo anime mi ha colpito. Mi piace soprattutto il fatto che ad ogni “esecuzione” la protagonisca ripete queste parole

Oh, ombra pietosa legata all’oscurità
che guardi dall’alto in basso le persone
e provochi loro dolore….
Anima che anneghi in un karma peccaminoso….
Vuoi provare a morire, questa volta?

Sicuramente lo consiglio di vedere a chi vuole passare qualche momento pensando a qualcosa che non sia una semplice storia d’amore.